VIGOLANA TRAIL 2016

Scritto da Michele Il . Inserito in NOTIZIE

VIGOLANAtrail memorial
Si scrive VIGOLANA si legge AMICIZIA.

A questa gara di trail running sono affezzionato. Vuoi per l’amicizia che mi lega ad alcuni organizzatori, vuoi per lo spirito con cui è promossa, vuoi che c’è di mezzo un bel minitrail per i ragazzi e mettici pure che l’ambiente in cui corri è molto interessante.

Un TRB Team in grande spolvero e presenza al Vigolana Trail con tanti atleti in maglia bianco-azzurra presenti sulle due distanze e questo anno due donne a premio. Flora e Nunzia rispettivamente terza e quarta sulla distanza dei 65 km e 4000D+

Un TRB.Team che ha travolto Vigolo con la sua energia, il suo chiasso, la sua voglia di divertirsi e che ha atteso l'arrivo di tutti i concorrenti perchè tutti, anche l'ultimo, ha diritto dell'applauso e del riconoscimento di aver concluso la sua prova. TRB si dimostra ancora una volta un gruppo-famiglia affiatato, presente e partecipe.

Alla Vigolana partecipo come scopa dalla prima edizione ed è proprio da questa posizione privilegiata di dopo l'ultimo che noti le differenze ed i miglioramenti che anno dopo anno vengono apportati dagli organizzatori e diventano un personale e prezioso bagaglio formativo.

VIGO ARRIVO

si dice arrivo di squadra gioioso 

Per quanto possa valere il mio parere è una delle migliori gare organizzate sotto tutti i punti di vista e quest’anno a fatto un ulteriore salto di qualità ed i concorrenti non si sono mai sentiti “soli”. Un punto a favore di chi all’inizio di queste esperienze vuole cimentarsi in gare impegnative in ambiente.

Perché?

Percorso: non difficile, i tratti tecnici sono pochi. Paesaggisticamente interessante per i molteplici aspetti della montagna che si attraversano. Selle calcaree, foreste di faggi, foreste di pino mugo, peccete, molti fiori interessanti soprattutto lato Marzola, alpeggi ed ampi spazi visibili quando le nuvole lo concedevano.

Balisaggio: seppur la balise blu non è molto visibile a contrasto sul verde dominante, è efficiente e preciso con aggiunta di frecce di indicazione nei punti nevralgici. Mai un dubbio su dove andare.

Controlli/Presidi: molti i punti di controllo e di presidio dei volontari e delle unità per il primo soccorso con presenza del CNSA nei punti pochi punti esposti e comunque significativi di attenzione

Comunicazione: efficientissima e continua nei punti di controllo principali, ristori, zone a rischio tutte in contatto così come lo eravamo noi scope. Un servizio prezioso ed importantissimo per questo tipo di gare dove una rapida comunicazione può rilevarsi determinante in caso di intervento urgente (purtroppo non tutti possono disporre di un sistema così efficiente)

Ristori: ben collocati a distanze regolari, mai eccessive,  anche in virtù del requisito di semi-autosufficienza tanto decantato nel trailrunning ma che frequentemente chi partecipa a queste gare se ne dimentica per viaggiare più leggero.

Logistica: tutto concentrato in un unico punto al coperto. Consegna pettorali, partenza, spogliatoi, docce, ristoro, rprimo soccorso, centro comunicazione, premiazioni tutto li nel raggio di 50 metri. Un vero fulcro della manifestazione perfetto, anche se personalmente avrei preferito la partenza dal centro di Vigolo (sono legato alle emozioni delle precedenti emozioni). Comunque

Volontari: non ultimi ma primi su tutto in questo sistema organizzativo perché puoi essere bravo quanto vuoi a coordinare ma se non hai le persone da coordinatore il flop è dietro l’angolo. I volontari qui sono la popolazione tutta non solo sul percorso, sempre con il sorriso e gentilissimi, ma anche nei bar, nei negozi, nei ristoranti sono tutti partecipi dell’evento fino all’arrivo degli ultimi.

Alla fine mi son posto una domanda. Perché sul trail di 65 km così pochi iscritti?  La VIGOLANA TRAIL merita di più in termini di partecipazione. Vero che le gare si sono moltiplicate ed è impossibile avere una data “esclusiva”, vero che la scorsa settimana a poca distanza si è svolto il TRAIL DELL’ORSA su distanze simili e con i quali, vista la “vicinanza del bacino atleti”, è forse bene coordinarsi.

Ma forse quel che manca è un “traino TrailEmotion” da chi nel comune dell’Altopiano vive e partecipa a manifestazioni ed eventi di trail running; Questa, forse, è la chiave di volta per far decollare VIGOLANA TRAIL nella lunga distanza dato che sul percorso "corto" i numeri dei partecipanti sono di tutto rispetto.

I Volontari lo meritano, l’Altopiano lo merita, il Comitato Organizzatore lo merita.

Un caro saluto a tutti e ringrazio per l’ospitalità che è stata data a tutto il gruppo TRB scope. Se posso mi prenoto già per l’edizione 2017.

Complimenti a tutto il Vigolana.staff.2016

Michele Mombelli

Comments are now closed for this entry

Sostengono il TRB

Accept

Informativa sull'utilizzo dei cookie. Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, per i quali non è previsto il preventivo consenso degli utenti. Per informazioni dettagliate sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

DESIGN BY WEB-KOMP